La UILTuCS Emilia-Romagna si prefigge di rappresentare le lavoratrici e i lavoratori del terziario. Dare forza al lavoro.

Indirizzo
Via delle Lame, 98 – 40121 – BOLOGNA (BO)

Informazioni per i contatti
Email: [email protected]
PEC: [email protected]
Telefono: 051/550502
Fax: 051/550918

Altre informazioni
E’ aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 (festivi esclusi)

Telefono 051/550502 – Fax 051/550918

Image Alt

Notizie

Il 16 febbraio 2024 a Roma è stata sottoscritta l'ipotesi di rinnovo del CCNL per dipendenti degli studi e attività professionali che si applica a circa 600.000 lavoratrici e lavoratori. Importanti novità riguardanti gli aumenti contrattuali e una tantum. Incremento contrattuale di 215 euro mensili a regime per il terzo livello, da riparametrare per gli altri livelli, in

Nella società contemporanea, il delicato equilibrio tra lavoro e famiglia rappresenta una sfida significativa per molte donne, in particolare per le mamme lavoratrici. Mentre cercano di conciliare le esigenze del lavoro con quelle della famiglia, spesso si trovano di fronte a una serie di ostacoli, tra cui la mancanza di politiche familiari e del lavoro adeguate. In

Mercato del Lavoro emiliano-romagnolo: prosegue il lieve aumento dell’occupazione complessiva nei “Servizi” Secondo l’indagine Istat sul mercato del lavoro, pubblicata il 13 dicembre 2023, nel terzo trimestre del 2023 l’occupazione nei “Servizi” genericamente intesi in Emilia-Romagna, rispetto allo stesso periodo del 2022, è in aumento di +30.000 lavoratori. Questa crescita è da imputare ai maschi per +25.000 unità

Può esserci qualità del servizio in assenza di qualità del lavoro? Quanto valorizzare le persone può avere come conseguenza il miglioramento delle performance aziendali? Etica ed economia sono antitetici o una sintesi è possibile? È ancora… “fabbrica del turismo” (o dei turismi) è compatibile con il turismo in salsa “Emiliano-Romagnola”?? Questi alcuni temi che il 7 dicembre 2023 la UILTuCS

Il progetto "ZERO SCHIAVI IN RIVIERA" nasce con l'intento di verificare le condizioni del lavoro stagionale e l’entità dello sfruttamento nel settore turistico della riviera romagnola. Uno dei suoi obiettivi è dare voce ai lavoratori e alle lavoratrici spesso costretti a subire un sistema ingiusto caratterizzato da retribuzioni misere, orari estenuanti e occupazioni irregolari. L'iniziativa ha inoltre

Raggiunta l’intesa sul nuovo Contratto integrativo aziendale applicato ai dipendenti del deposito logistico di Castel San Pietro Terme (Bo) della Società Aspiag Service srl, concessionaria del marchio Despar. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno siglato con la direzione aziendale l’accordo sottoposto alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori in data 04.10.2023 e

Mercato del Lavoro emiliano-romagnolo nei “Servizi”: continua il lieve aumento dell’occupazione complessiva Secondo l’indagine Istat sul mercato del lavoro, pubblicata il 13 settembre 2023, nel secondo trimestre del 2023 l’occupazione nei “Servizi” genericamente intesi in Emilia-Romagna, rispetto allo stesso periodo del 2022, è in aumento di +19.000 lavoratori, crescita da imputare ai maschi per +13.000 unità e

Mercato del Lavoro emiliano-romagnolo nei “Servizi”: occupazione complessiva in lieve aumento Secondo l’indagine Istat sul mercato del lavoro, pubblicata nel mese di giugno, nel primo trimestre del 2023 l’occupazione nei “Servizi” genericamente intesi in Emilia-Romagna, rispetto allo stesso periodo del 2022, è in leggero aumento, +2.000 lavoratori. Questo risultato discende dalla compensazione tra la contrazione femminile, -17.000

In data 22 maggio 2023 presso la sede di Confcommercio, a Roma, dopo una lunga e proficua trattativa è stato sottoscritto da KOS CARE e le OO.SS. Cisl FP, Fisascat CISL e UILTUCS l’accordo per l’armonizzazione dei trattamenti economici e normativi per effetto del passaggio al CCNL Confcommercio salute sanità e cura nelle strutture della divisione

In data 5 maggio 2023, si è giunti alla sottoscrizione dell’Ipotesi di accordo relativa al nuovo Contratto Integrativo Aziendale del Gruppo Chef Express. L'Ipotesi di Accordo sottoscritta a Firenze il giorno 5 maggio 2023, definisce l’impianto di disciplina della parte Generale ed è integrato da un accordo a latere, nell’ambito del quale, le parti assumono l’impegno di