La UILTuCS Emilia-Romagna si prefigge di rappresentare le lavoratrici e i lavoratori del terziario. Dare forza al lavoro.

Indirizzo
Via delle Lame, 98 – 40121 – BOLOGNA (BO)

Informazioni per i contatti
Email: [email protected]
PEC: [email protected]
Telefono: 051/550502
Fax: 051/550918

Altre informazioni
E’ aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 (festivi esclusi)

Telefono 051/550502 – Fax 051/550918

Image Alt

UILTuCS ER

  /  Notizie   /  Rinnovo CCNL Pulizie e Multiservizi

Rinnovo CCNL Pulizie e Multiservizi

In data 9 Luglio 2021, dopo ben 8 anni dalla scadenza, è stata raggiunta l’intesa sul rinnovo del contratto nazionale applicato ai circa 600mila lavoratrici e lavoratori addetti delle imprese di pulizia, servizi integrati/multiservizi, prevalentemente impegnati in regime di appalto e che durante la pandemia hanno dimostrato grande senso di responsabilità lavorando incessantemente per garantire servizi professionali e di sicurezza ai committenti.

Il nuovo contratto nazionale, sottoscritto dai sindacati di categoria e dalle associazioni imprenditoriali di settore, decorrerà da luglio 2021 e scadrà il 31 dicembre 2024.

L’aumento economico è di 120€ a regime per il 2° livello, con prima trance di 40€ a luglio 2021 e ultima trance di 10€ a luglio 2025, per una massa salariale complessiva pari a 3.430€ nel periodo di vigenza contrattuale.

Inoltre, il rinnovo interviene su diversi aspetti normativi integrando il precedente contratto, in particolare:

– cambio appalto, implementazione delle informazioni e comunicazioni tra azienda cessante e azienda subentrante ed anche nei confronti delle organizzazioni sindacali;

– contratto a tempo determinato e contratti di somministrazione, il limite di utilizzo complessivo viene individuato nel 35%;

– banca ore, viene demandata alla contrattazione di secondo livello la possibilità di sottoscrivere specifiche intese sul meccanismo della banca delle ore, da definire a livello aziendale con le Rsu/Rsa e le organizzazioni sindacali;

– contratto di lavoro a tempo parziale le Parti rivedono le modalità e i tempi per la presentazione alle Rsa/Rsu/organizzazioni sindacali dei dati sull’utilizzo del part-time, utili a realizzare un esame congiunto per consolidare le ore di supplementare prestate;

– trattamento di malattia, non ci sono interventi sull’articolato normativo attuale.
Sul tema delle assenze, però, viene istituita una Commissione paritetica con il compito di definire con l’Inps una convenzione al fine di acquisire i dati relativi al fenomeno delle micro-assenze.

– Violenze e molestie sessuali nei luoghi di lavoro, l’introduzione di un importante articolato volto a reprimere e contrastare tali condotte tramite la previsione di un Codice di Condotta/Linee Guida sulle misure da adottare.

In aggiunta, alle lavoratrici coinvolte nei percorsi di protezione relativi alla violenza di genere, è riconosciuto il diritto di astenersi dal lavoro con congedo retribuito per un periodo massimo di 90 giorni lavorativi, recependo e in coerenza con le previsioni normative, prorogabile per ulteriori 90 giorni lavorativi, con diritto al pagamento di una indennità pari al 70% della retribuzione corrente.

L’intesa giunge dopo un lungo negoziato e dopo tantissime mobilitazioni.

In un periodo in cui lavoratrici e lavoratori a tutt’oggi impegnati, in prima linea, a lavorare tra le corsie degli ospedali che accoglievano e accolgono i malati di Covid. e sono sempre loro a garantire la pulizia e sanificazione dei locali di quelle imprese, a cominciare da quelle della filiera alimentare, rimaste aperte, operando spesso senza tutte le misure di sicurezza necessarie, eppure non si sono mai tirati indietro.

Per questi motivi il valore del rinnovo assume una rilevanza preminente e consegna il doveroso rispetto dei diritti e delle professionalità ai lavoratori di comparto.

 

icona_pdf Rinnovo-CCNL-Multiservizi-2021